• Un fantastico camerista

    Per Giavazzi si vorrebbe scomodare la designazione di fantastico camerista:
    il suo pianoforte sostiene, sorregge, guida e propone con l’autorevolezza che il giovane Beethoven richiede.
    (il Giornale dell’Umbria)
  • Da Brahms a Kurtag

    “Lectio magistralis di Stefano Giavazzi in Sala Rodi. Da Brahms a Kurtag il solista innesca un processo insieme cronologico e poetico figurando quanto di esemplare vi è in ogni pagina al di là degli stessi tempi della storia…”
    (Alessandro Bardelli)
  • Uno Schubert vero e toccante

    Nel recital di Giavazzi abbiamo trovato uno Schubert vero e toccante, carico di nuances ed indagato, valorizzato in tutte le sue sfumature.
    (Andrea Zaniboni)
  • Dinamica raffinata e brillantezza tecnica

    L’interpretazione data da Giavazzi e Mezzena è stata superba: suono chiarissimo, dinamica raffinata e brillantezza tecnica.
    (La Voce Isontina)

About

Stefano Giavazzi, illustre pianista mantovano, ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio di Musica di Mantova diplomandosi con il massimo dei voti e la lode. Successivamente ha proseguito i suoi studi con il M° Rinaldo Rossi. Ha dimostrato subito interesse, oltre che al repertorio solistico, alla musica da camera strumentale e vocale..

Events - Modulo responsive grid

Grid view
List view